Feste e Tradizioni

Numerosi sono gli eventi, le sagre e le feste religiose.

San Bruno
Si tratta del Santo Patrono di Segni, si festeggia il 18 luglio. E' un periodo ricco di manifestazioni che coinvolgono l'intera comunità; l'evento più interessante è il "Palio di S. Bruno", competizione ippica con prove di velocità e destrezza. Immancabili, a conclusione della festa, i fuochi d'artificio che diffondono aria di festa dal monte Pianillo.

S.Lucia
La festa di S. Lucia si tiene il 13 dicembre e costituisce un momento particolarmente intenso della religiosità popolare; per l'occasione viene allestita una Fiera che un tempo accoglieva visitatori da tutto il comprensorio.

Sagra del Marrone Segnino
Giunta ormai alla 53esima edizione nel 2010, la sagra del Marrone Segnino si tiene la quarta domenica di ottobre: arricchita negli ultimi decenni, oltre che dalle prelibate degustazioni gastronomiche, anche da manifestazioni culturali e spettacoli di indubbio valore artistico, è un appuntamento di grande richiamo per migliaia di turisti ed escursionisti laziali e non.

Giostra del Maialetto
Le origini di questo curioso evento (celebrato poi con l'istituzione di una giostra in costume) risalgono ai primi anni del '600 quando i conti Sforza, duchi di Segni, si scontrarono con il popolo per l'imposta sul “pascolo" dei maiali nei boschi. Nella giostra, un maialino con sonaglio al collo veniva lasciato libero all'interno dell'antica cisterna romana nell'area archeologica dell'Acropoli. Cinque squadre, una per contrada, composte di due uomini ciascuna, si contendevano il primato nella “caccia" al piccolo vivace suino. Tutti i partecipanti, bendati e anche loro con sonagli alla gamba per trarsi vicendevolmente in inganno, brandendo innocue scope di saggina dovevano colpire l'animale. Vinceva la squadra che totalizzava il maggior numero di colpi andati a segno. Ma il vero divertimento del pubblico erano i colpi che – alla cieca – i giocatori si sistemavano l'un l'altro. La giostra è stata soppressa nel 1992 a causa delle proteste degli animalisti; negli ultimi anni è stata poi riproposta affidando ad un uomo travestito la parte del maialino.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.. Informazioni.